Disturbi alimentari

bambino

I bambini nel corso del loro sviluppo si trovano ad affrontare numerosi cambiamenti sia sul piano fisico, del pensiero, affettivo e comportamentale.

L’inserimento nella scuola, l’integrazione con i coetanei, l’apprendere le regole sociali dello stare in gruppo sono solo alcune delle condizioni che il bambino si trova ad affrontare e non è raro che, durante tali esperienze, possano incontrare delle difficoltà. A volte le difficoltà ed il disagio sono tali da compromettere il funzionamento psichico della persona, dando luogo ad una sofferenza che spesso i bambini non riescono ad esprimere in modo chiaro e che può evolvere verso lo sviluppo di un vero e proprio disturbo mentale. É importante, per questo, individuare eventuali segni di difficoltà che il soggetto presenta, al fine di prevenire la strutturazione di una patologia. Alcuni segnali di difficoltà possono essere, ad esempio, una riduzione del peso corporeo, un declino nel rendimento scolastico o una chiusura nelle relazioni sociali. 
Tuttavia, è da considerare che alcune manifestazioni emozionali e comportamentali possono essere transitorie e dipendenti dal contesto.

bambini terapia

L’intervento psicologico in età evolutiva può essere indicato sia in presenza di difficoltà limitate, puramente a scopo di prevenzione e sostegno, sia in caso di disturbo conclamato, sotto forma di psicoterapia.

L’intervento di prevenzione e supporto può essere utile quando si verificano, ad esempio, delle esperienze di lutto, di separazione dei genitori, di passaggio da un grado di scuola all’altro che hanno un impatto affettivo marcato sul bambino. Un intervento in questi termini può facilitare allora l’elaborazione dell’esperienza vissuta e la riduzione della durata della sofferenza.

Quando, invece, si riscontra la presenza di un disturbo vero e proprio è necessario intervenire attraverso un trattamento psicoterapeutico specifico per l’età evolutiva e finalizzato alla riduzione dei sintomi  e alla cura del disturbo.

 

Articoli:

Bambini e Autostima

29 Luglio 2019
sentirsi grassa

Mi sento grassa!!!

La sensazione di sentirsi grassi è una esperienza molto frequente e comune nelle persone, ma è di maggior intensità e di maggior frequenza fra le persone con un disturbo alimentare. Spesso questa sensazione viene messa in relazione con “l’essere grassi”, cioè il collegamento diretto che si fa è “mi sento grasso = sono grasso”.
9 Luglio 2019
mangiare notte

“La notte mi alzo per mangiare”: disturbo alimentare o disturbo del sonno?

Perchè ci alziamo a mangiare di notte? Alcune volte può essere sintomo di una difficoltà a dormire, altre volte una difficoltà a gestire l’alimentazione… Vediamo di […]
9 Dicembre 2014
Alimentazione incontrollata

Perché mangiamo? (Quando non è strettamente necessario)

Spesso si mangia per voglia di “qualcosa di buono”, é raro che arriviamo a provare una fame fisiologica. Vediamo insieme di che cosa si tratta.   […]
4 Marzo 2014
Alimentazione incontrollata

Disturbo da Alimentazione Incontrollata: il BED

Il disturbo da alimentazione incontrollata, in inglese Binge Eating Disorder (BED) è una patologia caratterizzata dalla presenza di episodi di abbuffate compulsive, alle quali seguono sensi […]
18 Febbraio 2014
Disturbi alimentari

DCA: Importanza dell’approccio integrato fra nutrizione e psicologia

Ci sono patologie che portano la persona ad avere un rapporto distorto con cibo, peso e immagine corporea. Conoscerli è importante non solo per sapere come […]
28 Marzo 2013
disturbi alimentari imola

Ho un Disturbo del Comportamento Alimentare?

COSA SONO I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE? Il termine Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) fa riferimento a un disturbo o disagio caratterizzato da un alterato rapporto con il cibo e con il proprio corpo. Nei disturbi alimentari l'alimentazione può assumere caratteristiche assai disordinate, ossessive e ritualistiche tali da compromettere la qualità della nostra vita e dei nostri rapporti sociali.